Funghi, ma che bontà

Tutti sanno che frutta e verdura dai colori vivaci fanno bene alla nostra salute, ma che dire dei funghi dall’aria scialba e grigia? Possono offrirci qualche beneficio nutrizionale oltre al sapore? E i nostri bala-vitamina-Dmbini possono mangiare i funghi? Sono sicuri? A questo e ad altre domande vogliamo rispondere in questo articolo che cerca prima di tutto di evidenziare i benefici che ci da il consumo di funghi, e di spiegare perché non è mai consigliabile mangiarli crudi, ne per i grandi ne per i piccoli.

Funghi: il  valore nutrizionale è più, più…

Partiamo dal presupposto che “un fungo non è né un frutto né un vegetale – è semplicemente un fungo commestibile!” In alcune parti del mondo – particolarmente nelle culture orientali – si ritiene che i funghi offrano benefici significativi per la salute, mentre nel mondo occidentale invece, si ritiene che i funghi abbiano uno scarso valore nutrizionale. Ma una nuova realtà sta lentamente  emergendo . Negli ultimi anni i loro benefici sono stati esaminati più da vicino e i risultati della ricerca ha evidenziato la ricchezza che questo prodotto offre.    (nella foto la varietà di funghi ostriche)                  

Funghi e proprietà

La maggior parte delle specie di funghi contengono vitamine del gruppo B, vitamina C, proteine, ferro, potassio, selenio e altri minerali. Sono anche fonti particolarmente ricche di composti noti come beta-glucani, che aiutano a sostenere il sistema immunitario e a proteggere il corpo dalle malattie – oltre a un importante antiossidante chiamato ergotioneina. Ma forse, il dato più interessante di tutti è il fatto che i funghi sono l’unica fonte non animale di vitamina D, la “vitamina del sole” della quale così tanti bambini sono carenti. I funghi in realtà convertono la luce solare in vitamina D nello stesso modo in cui noi umani lo facciamo nella nostra pelle. Inoltre, il contenuto di vitamina D dei funghi è stabile, il che significa che non viene ridotto in modo significativo dalla cottura. Aumentare l’esposizione dei funghi ai raggi UV è una delle più recenti tecniche impiegate per rendere i funghi una fonte ancora migliore di vitamina D in futuro.

Funghi e varietà

Nel mondo occidentale, i bottoni bianchi o i funghi crimini sono quelli più comunemente consumati, li chiamiamo champignon. Anche i funghi Portabella (o Portobello) sono tra i preferiti per la loro consistenza “carnosa” e sono diventati molto popolari per il loro impiego nelle diete vegetariane, come nei sandwich spesso sostituiscono il normale hamburger di “manzo”. I funghi Portabella, tuttavia, non sono una “specie” a se stante … sono in realtà dei funghi crimini completamente coltivati!la-vitamina-D Fra le qualità più esotiche di funghi, troviamo lo shiitake, il maitake e l’ostrica; stanno aumentando la loro popolarità grazie alla ricchezza dei loro sapori e delle proprietà benefiche per la salute. Detto questo, la ricerca conferma che i funghi bottoni comuni o champignon, sono tanto ricchi di proprietà nutrizionali quanto le varietà più esotiche in termini di valore nutrizionale e – in alcuni casi – addirittura li superano!        (nella foto funghi    shiitake)                                                                                                                                                    

Perché non mangiare MAI funghi crudi

Servire i funghi crudi, tagliati e mescolati all’insalata, ad esempio, sembra un’alternativa salutare, eppure molti test suggeriscono di NON mangiare mai i funghi crudi e, tantomeno, darli ai vostri bambini o altri membri della famiglia. Questo perché le pareti cellulari dei funghi sono fatte di micochitina, una sostanza che è molto difficile da digerire per il corpo umano. Cucinare i funghi abbatte la micochitina, non solo rendendoli più facili da digerire, ma rilasciando anche i nutrienti giusti per l’assorbimento da parte del corpo. Esiste il rischio di contaminazione batterica da funghi crudi – in particolare se si considera che a volte vengono coltivati anche nel letame! Cucinare i funghi aiuta a distruggere i componenti che possono portare a irritazioni o reazioni allergiche. Funghi crudi – tra cui bottoni bianchi / funghi crimini – contengono composti potenzialmente cancerogeni chiamati idrazine. Gran parte del contenuto di idrazina dei funghi si ritiene che sia distrutto cucinando a fondo.

Nel prossimo articolo parleremo di funghi ai bambini

Pin It on Pinterest

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Accetto Non Accetto Centro privacy Leggi altre info sulla nostra Cookie Policy