LA CONOSCENZA DEI SAPORI

Imbevuti di saliva, i sapori si concentrano e attivano le papille gustative. I ricettori chimici delle papille analizzano i sapori e  trasmettono le informazioni al cervello il quale memorizza queste informazioni e le associa ai sapori e quindi agli alimenti, così come per tutte le nostre reazioni e sensazioni: il piacere o il disgusto. Più mangiamo, più il nostro cervello analizza le informazioni che riceve dalle papille. Con il tempo e con la pratica, la nostra esperienza  migliora sempre più ed anche il nostro gusto si affina.


LA DIFFICOLTA’ DI APPREZZARE I SAPORI

Fino a poco tempo si conoscevano soltanto 4 gusti: dolce, salato, amaro e acido. La scoperta recente del glutammato di sodio, che non è classificabile nei 4 gusti principali ha aperto la porta al riconoscimento di molti altri sapori come il metallico o l’astringente, ma in modo particolare ha definito il quinto sapore: l’umami. La ricerca in questo campo, che ha come soggetti gli esseri umani, è molto difficile da condurre in quanto i sapori ed i gusti sono legati alle esperienze gustative di ciascuno e al relativo apprezzamento o interpretazione che ne fa il proprio cervello, afferma anche che questa classificazione non è sufficente per comprendere il ruolo della lingua nella identificazione dei gusti. La divisione in zone non è definita così nettamente  come sembra ed esiste una varietà di sapori che  non si limita ai 4 gusti principali.

ad ogni sapore corrisponde una parte “più sensibile della lingua”

SENSIBILIZZARE I BAMBINI AI DIVERSI GUSTI:

LA LINGUA ad ogni sapore corrisponde una parte “più sensibile della lingua”

 


Dolce e salato sono riconosciuti dalle parti anteriori della lingua.

L’amaro è recepito dalla parte posteriore della lingua.

L’acido viene riconosciuto dalle estremità laterali.

Pin It on Pinterest

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Accetto Non Accetto Centro privacy Leggi altre info sulla nostra Cookie Policy