Il grano saraceno fonte di benessere

il-grano-saracenoappartiene ad un gruppo di alimenti comunemente chiamato pseudocereali, ovvero semi, tipo la quinoa e l’amaranto, che vengono consumati come i cereali, ma non sono a tutti gli effetti cereali. Nonostante il nome, il grano saraceno non ha nulla a che fare con il grano; come altri cereali è quindi privo di glutine, quindi adatto per le persone con intolleranza al glutine, ma viene ugualmente trasformato in semola, farina e pasta, o utilizzato nel tè al grano saraceno, o come il riso per piatti caldi o insalate e spesso, è l’ingrediente principale in molti piatti tradizionali europei e asiatici. Negli ultimi anni, il grano saraceno è diventato popolare come alimento salutare in molti paesi, per le sue elevate quantità di minerali e di antiossidanti, ed è in grado di offrire grandi benefici per alla salute, tra cui un migliore controllo della glicemia.

Grazie ai suoi valori nutrizionali

il grano saraceno è notevolmente superiore a molti altri grani. I carboidrati rappresentano il suo componente alimentare principale, ma contiene anche proteine e vari minerali e antiossidanti. La fibra è presente in discreta quantità, mentre in piccole dosi troviamo le proteine. Grazie ad un profilo aminoacidico ben bilanciato, il valore nutritivo delle proteine del grano saraceno è molto alto, dal momento che è particolarmente ricco di aminoacidi quali lisina e arginina. Il grano saraceno possiede ottime proprietà nutritive in quanto contiene aminoacidi essenziali che il nostro corpo non è in grado di sintetizzare.

Il grano saraceno è ricco di sali minerali

molto più rispetto ai cereali comuni, come riso, grano e mais, ma non è particolarmente ricco di vitamine:

Il manganese si trova in elevate quantità nei cereali integrali, è essenziale per il metabolismo sano, per la crescita, lo sviluppo e le difese antiossidanti dell’organismo.

Il rame, che spesso manca nella dieta occidentale, è un oligoelemento essenziale che può  avere effetti benefici sulla salute del cuore se consumato in piccole quantità.

Il magnesio, minerale essenziale. Se nella dieta è presente in quantità sufficiente può ridurre il rischio di varie malattie croniche come il diabete di tipo 2 e malattie cardiache.

Il ferro. Sappiamo bene che la carenza di questo importante minerale porta ad anemia, una ridotta capacità di trasportare ossigeno del sangue.

Il fosforo, un minerale che  svolge un ruolo essenziale nella crescita e mantenimento dei tessuti corporei.

Infine grazie a vari composti vegetali antiossidanti, fornisce più antiossidanti di molti altri cereali, quali orzo, avena, frumento e segale.

 

Grano saraceno: molti i benefici per la salute

Come altri pseudocereali integrali, il consumo di grano saraceno è stato collegato ad una serie di effetti benefici per la salute. La buona fonte di fibre, colloca l’indice glicemico del grano saraceno da basso a medio, il che significa che dopo averlo mangiato, l’aumento degli zuccheri nel sangue è lento e graduale, moderando in questo modo  l’aumento della glicemia dopo i pasti (importante per il mantenimento di una buona salute). Secondo quanto afferma una recente ricerca condotta in Canada, sembrerebbe che il grano saraceno contenga un principio attivo chiamato D-chiro-inositolo che potrebbe portare benefici nella cura del diabete mellito.

Il grano saraceno può aiutare il cuore.

Grazie ai suoi composti vegetali: rutina, magnesio, rame, fibra e alcune proteine, ma è proprio la rutina, un antiossidante, che sembra avere una serie di effetti benefici per la salute riducendo il rischio di malattie cardiache e impedendo la formazione di coaguli nel sangue, oltre a diminuire l’infiammazione e ridurre la pressione sanguigna.  Grazie al suo alto valore proteico simile a quello della carne e della soia, è consigliato anche in caso di deperimento fisico.

Ha ottime diuretiche in grado di eliminare i liquidi in eccesso, pulisce e rafforza l’intestino e migliora l’appetito.

Tra gli effetti negativi e di questo pseudocereale si possono considerare, per alcune persone, le reazioni allergiche, i cui sintomi possono includere eruzioni cutanee, gonfiore, disturbi digestivi e nel peggiore dei casi, uno shock allergico grave; altrimenti se consumato moderatamente, il grano saraceno non ha alcun effetto nocivo conosciuto..

Pin It on Pinterest

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Accetto Non Accetto Centro privacy Leggi altre info sulla nostra Cookie Policy