Il Regolamento CE 1881/2006 stabilisce i tenori massimi ad un livello ragionevolmente minimo per gli alimenti per l’infanzia e per gli alimenti per lattanti e bambini, al fine di proteggere la salute di questo gruppo di popolazione vulnerabile. Tali tenori massimi si applicano nello stesso modo ai prodotti alimentari destinati al consumo da parte di lattanti e di bambini, oggetto della direttiva 2006/125/CE e della direttiva 2006/141/CE. Quindi il legislatore ha sottolineato la differenza tra adulti e bambini nell’applicare i limiti massimi di tali sostanze tossiche che possono contaminare gli alimenti di cui ci nutriamo. Perchè tali differenze?
Il Reg. CE 1881 indica che è opportuno stabilire tenori massimi per i cereali, i prodotti a base di cereali, le uve secche, il caffè torrefatto, il vino, il succo d’uva e gli alimenti destinati ai lattanti e ai bambini; si tratta di prodotti che contribuiscono tutti in misura significativa all’esposizione all’OTA (ocratossina A, è una micotossina, prodotta da specie dei generi Aspergillus e Penicilium, quali A. ochraceus e P. viridicatum) della popolazione umana in generale o di gruppi vulnerabili di consumatori, quali i bambini.
Nel parere del 23 settembre 1994, l’SCF (il Comitato Scientifico dell’Alimentazione) ha concluso che le aflatossine sono agenti cancerogeni genotossici. Si sviluppano allorquando è elevato il grado di temperatura e di umidità. I metodi di cernita o altri trattamenti fisici consentono di ridurre il tenore di aflatossine per alcuni prodotti quali le arachidi, la frutta con guscio, la frutta secca e il mais. Alla luce di tale parere, è opportuno limitare il contenuto complessivo di aflatossine negli alimenti (somma delle aflatossine B1, B2, G1 e G2) e quello della sola aflatossina B1 che è quella di gran lunga più tossica. Stessa cosa vale per l’aflatossina M1 negli alimenti destinati ai lattanti e ai bambini.
Nelle considerazioni dello stesso regolamento, si prescrive che è opportuno stabilire tenori massimi 
per il deossinivalenolo, lo zearalenone e le fumonisine. C’è una varietà di funghi fusarium, funghi comuni nel terreno, che produce un certo numero di micotossine della classe dei tricoteceni, quali il diossinivalenolo (DON), il nivalenolo (NIV), la tossina T-2, la tossina HT-2, nonché un certo numero di altre tossine (zearalenone e fumonisine). I funghi fusarium sono generalmente presenti sui cereali coltivati nelle regioni temperate d’America, d’Europa e d’Asia. Vari funghi fusarium possono produrre in quantità diverse due o più tossine di quelle suindicate. Per quanto concerne le fumonisine, dai risultati dei controlli sugli ultimi raccolti emerge che il granturco e i prodotti a base di granturco possono presentare un elevato livello di contaminazione da fumonisine ed è opportuno adottare misure atte a evitare la possibilità di ingresso nella catena alimentare di granturco e prodotti a base di granturco la cui contaminazione sia inaccettabilmente elevata. Questo è quanto premesso dal Regolamento europeo, poi come visto nel post precedente sulla pasta, l’applicazione nei vari paesi invece….

LIMITI MASSIMI DELLE MICOTOSSINE NEGLI ALIMENTI PER BAMBINIIl Regolamento CE 1881/2006 stabilisce i tenori massimi ad un livello ragionevolmente minimo per gli alimenti per l’infanzia e per gli alimenti per lattanti e bambini, al fine di proteggere la salute di questo gruppo di popolazione vulnerabile. Tali tenori massimi si applicano nello stesso modo ai prodotti alimentari destinati al consumo da parte di lattanti e di bambini, oggetto della direttiva 2006/125/CE e della direttiva 2006/141/CE. Quindi il legislatore ha sottolineato la differenza tra adulti e bambini nell’applicare i limiti massimi di tali sostanze tossiche che possono contaminare gli alimenti di cui ci nutriamo. Perchè tali differenze?
Il Reg. CE 1881 indica che è opportuno stabilire tenori massimi per i cereali, i prodotti a base di cereali, le uve secche, il caffè torrefatto, il vino, il succo d’uva e gli alimenti destinati ai lattanti e ai bambini; si tratta di prodotti che contribuiscono tutti in misura significativa all’esposizione all’OTA (ocratossina A, è una micotossina, prodotta da specie dei generi Aspergillus e Penicilium, quali A. ochraceus e P. viridicatum) della popolazione umana in generale o di gruppi vulnerabili di consumatori, quali i bambini.Nel parere del 23 settembre 1994, l’SCF (il Comitato Scientifico dell’Alimentazione) ha concluso che le aflatossine sono agenti cancerogeni genotossici. Si sviluppano allorquando è elevato il grado di temperatura e di umidità. I metodi di cernita o altri trattamenti fisici consentono di ridurre il tenore di aflatossine per alcuni prodotti quali le arachidi, la frutta con guscio, la frutta secca e il mais. Alla luce di tale parere, è opportuno limitare il contenuto complessivo di aflatossine negli alimenti (somma delle aflatossine B1, B2, G1 e G2) e quello della sola aflatossina B1 che è quella di gran lunga più tossica. Stessa cosa vale per l’aflatossina M1 negli alimenti destinati ai lattanti e ai bambini.Nelle considerazioni dello stesso regolamento, si prescrive che è opportuno stabilire tenori massimi 
per il deossinivalenolo, lo zearalenone e le fumonisine. C’è una varietà di funghi fusarium, funghi comuni nel terreno, che produce un certo numero di micotossine della classe dei tricoteceni, quali il diossinivalenolo (DON), il nivalenolo (NIV), la tossina T-2, la tossina HT-2, nonché un certo numero di altre tossine (zearalenone e fumonisine). I funghi fusarium sono generalmente presenti sui cereali coltivati nelle regioni temperate d’America, d’Europa e d’Asia. Vari funghi fusarium possono produrre in quantità diverse due o più tossine di quelle suindicate. Per quanto concerne le fumonisine, dai risultati dei controlli sugli ultimi raccolti emerge che il granturco e i prodotti a base di granturco possono presentare un elevato livello di contaminazione da fumonisine ed è opportuno adottare misure atte a evitare la possibilità di ingresso nella catena alimentare di granturco e prodotti a base di granturco la cui contaminazione sia inaccettabilmente elevata. Questo è quanto premesso dal Regolamento europeo, poi come visto nel post precedente sulla pasta, l’applicazione nei vari paesi invece….

Pin It on Pinterest

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Accetto Non Accetto Centro privacy Leggi altre info sulla nostra Cookie Policy