Pecorino da Guinness 
Il più grande del mondo è di Castel di Lama e di Martarelli

Realizzato in due fasi, la forma da record è stata preparata in diretta, davanti a molte centinaia di persone durante l’edizione 2009 della rassegna agricola utilizzando per la cagliata 3500 litri di latte di 3000 pecore dei Monti Sibillini

Ascoli Piceno, 23 agosto 2010 – L’ufficio centrale del ‘Guinness World Record’ di Londra ha certificato che quello realizzato nel corso dell’ultima Fiera regionale dell’agricoltura e zootecnia di Castel di Lama (Ascoli Piceno) è effettivamente ‘Il più grande formaggio del mondo di latte di pecora’ (Largest block of cheese – sheep’s milk ). Inserendo così il risultato ottenuto nel celeberrimo libro internazionale dei primati. Lo rende noto il Comitato promotore della manifestazione, presieduta dall’imprenditore Giuseppe Traini e organizzata con il Comune locale, la Regione Marche ed altri enti.

Realizzato in due fasi, il pecorino da record è stato preparato in diretta, davanti a molte centinaia di persone durante l’ edizione 2009 della rassegna agricola utilizzando per la cagliata 3500 litri di latte di 3000 pecore dei Monti Sibillini. Con il coordinamento degli esperti dell’azienda ‘Martarelli Formaggi srl’ di Camerata Picena (Ancona), 25 volontari hanno lavorato 8 ore per realizzare una forma di formaggio fresco da 850 chili di peso. Poi è arrivata la stagionatura, nove mesi in tutto, che il 29 maggio 2010 in un apposito evento pubblico tenutosi sempre a Castel di Lama, ha permesso al notaio ascolano Nazareno Cappelli – con testimoni ufficiali il sindaco lamense Patrizia Rossini, e gli assessori provinciali di Ascoli e Fermo Giuseppe Mariani e Guglielmo Massucci – di certificare che la forma stagionata si era stabilizzata ad un peso di 534,7 chilogrammi, un diametro di 158 centimetri e un altezza di 29 centimetri : la più grande del mondo appunto. In questi giorni il record è stato confermato.IMG_0055_1-1024x768

La gigantesca forma sarà esposta già dalla sera di giovedì 2 settembre come un trofeo speciale, nel prologo della sedicesima edizione della Fiera ( 2-5 settembre). Nel programma dell’evento, che richiama ogni anno circa 50 mila persone, sono previste mostre mercato di macchine e attrezzature agricole, bovini di varie razze nazionali, cavalli e colombi pregiati, nonché aste, concorsi cinofili, trofei equestri, seminari sulla biodivesità animale ed altro.

Fonte Agi

Pin It on Pinterest

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Accetto Non Accetto Centro privacy Leggi altre info sulla nostra Cookie Policy