Massimo Fontana va controcorrente già dal nome: maxfONTANA, scritto proprio così,

questa la firma,il Tag come dicono i graffitari.Rivendica la sua originalità rispetto alpaesaggio pittorico attuale e la sua autonomia dai movimenti. Sa che l’arte aiuta a capire la condizione in cui viviamo, ma anche che può piacere e divertire. Lo si capisce dai suoi quadri. Uno li guarda e dice: che belli. Pieni,anzi ridondanti  di colore, meglio se pastellato ed a tratti anche shocking: rosa, azzurri, verdi, gialli ,viola, rossi…

Con queste parole tratte da un articolo di Dalmazio Ambrosioni,giornalista vi invitiamo a visitare il sito di maxfONTANA

Pin It on Pinterest

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Accetto Non Accetto Centro privacy Leggi altre info sulla nostra Cookie Policy