Melo, albicocco, arancio, le adozioni crescono

Molte sono le aziende agricole che coltivano ortaggi, verdura e frutta ed oltre a trasformare i loro prodotti propongono anche qualcosa di diverso, l’adozione. “Adotta CIbimBOadotta un albero” è un’iniziativa che nasce dal desiderio di accontentare le crescenti richieste di persone che sempre più spesso si avvicinano alla campagna non solo per acquistare direttamente i prodotti a km zero, ed hanno anche le esigenze più diverse. C’è chi preferisce la frutta decisamente matura, c’è a chi piace molto matura, chi la vuole ancora più matura per fare le marmellate; chi la preferisce appena raccolta dalla pianta. Per riscoprire questo contatto diretto con la natura, raccogliere direttamente la frutta dagli alberi  e partecipare alle varie fasi di lavorazione e coltivazione dei frutteti, molte aziende agricole propongono di partecipare e condividere i lavori necessari perché la frutta cresca sana e buona.  In molte aziende adottando una pianta è possibile partecipare alla raccolta della frutta, imparare le regole della potatura, il diradamento dei rami. Per chi può, prendersi una pausa dai mille affanni quotidiani e correre all’appuntamento con il suo pesco, o con il suo melo è un modo sano e divertente per smaltire lo stress accumulato. Ancora meglio se si riesce ad andare in bicicletta o inserirlo come gita domenicale per tutta la famiglia.

Melo ed adozioni

Molti e diversi sono i programmi di adozione, esistono in tutte le regioni d’Italia e si strutturano in base alle esigenze personali di ogni azienda ma sicuramente si basano sulla condivisione di valori che vanno oltre il semplice aspetto commerciale. imparare a condividere il lavoro dei campi è sicuramente il modo migliore per imparare a distinguere un prodotto da un altro prodotto, a capire la fatica e il tempo necessario perché una pianta cresca e dia i frutti, è imparare il rispetto e non solo per la natura. Con le adozioni, spesso si ha la possibilità di partecipare attivamente alla vita dell’albero perché tutta la frutta sarà del proprietario. se la nostra adozione è vicino al luogo dove abitiamo spesso si può provvedere ad annaffiarlo, potarlo, “pulirlo” seguendo i consigli che le aziende offrono, altrimenti lo fanno loro per voi. Conoscere dove e come viene prodotta la frutta che mangiate, sapere come viene coltivata, e potreste essere direttamente voi, è un modo per mangiare meglio ed imparare a rispettare e vivere l’ambiente che circonda.

Melo e costifioridipescoc

Le proposta di adozione prevedono un  costo dai 10 ai 30 euro secondo la pianta: melo,  pesco noce, pesco, pero, albicocche. Tutta la frutta che l’albero adottato produrrà durante l’anno di adozione , mediamente  dai 15 ai 20 kg di frutta in una stagione , sarà del proprietario. Molte sono gli alberi da adottare in tutta Italia. Adottando un albero si potranno scoprire i vari sistemi di coltivazione come la “lotta integrata”, un metodo di difesa delle colture che prevede una drastica riduzione dell’uso di fitofarmaci, e a favorisce i processi vitali delle piante, questo permette all’ambiente di riappropriarsi di molti aspetti precedentemente distrutti dall’eccessivo uso di pesticidi.

 

ramodimeleCome si fa a scegliere il proprio albero? Scegliete quindi un’azienda che corrisponda meglio alle vostre necessità, visitatele e vedrete che sarete accompagnati a scegliere il vostro albero al quale verrà  appeso  un cartello con il vostro nome che servirà a te per riconoscerlo e segnalerà a chiunque che quell’albero ti appartiene.  Sarete i ben accetti se vorrete andare in azienda a seguirlo personalmente: irrigarlo, potarlo e diradarlo. Sarete seguiti ed aiutati  proprio perché il vostro albero possa svilupparsi pienamente e voi siate soddisfatti della vostra adozione e noi di aver avvicinato ancora qualcuno alla vita dei campi, e anche qui, i bambini sono i primi ad essere felici imparando il rispetto della natura.

Pin It on Pinterest

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Accetto Non Accetto Centro privacy Leggi altre info sulla nostra Cookie Policy