Indubbiamente discutibile ma sicuramente di forte impatto la notizia proposta da alcuni professori dell’Università americana di Harvard di togliere i figli alle proprie famiglie se non sono in grado di curarli. Come più volte ricordiamo infatti, l’obesità è una malattia così grave e dilagante che in America non sanno più come fare per arginare il problema. Infatti ancora sono in molti a non credere e a non capire che il sovrappeso e l’obesità mettono a greve rischio la salute dei bambini: dal cuore al diabete, al tumore intestinale e ad altri problemi di carattere psicologico.

Insistono i professori che l’obesità deve essere considerata come “abuso sui minori”  quindi portarli via per curarli è l’unica strada che resta per salvare oltre il 17% di questi bambini americani.

In Inghilterra è già successo. Dopo continui avvertimenti da parte dei servizi sociali di far dimagrire i loro figli  eliminando  il famoso “cibo spazzatura” e costringendoli a fare sport, hanno messo la famiglia per due anni in una casa controllata a vista e hanno constato che nulla è stato fatto per aiutare i bimbi: 12 anni circa 100 kg, la bimba 11 anni 72 kg. e, la piccola di 3 anni 25 kg.

Non sta a noi giudicare se è giusto o meno portare via i figli  in queste situazioni ma sicuramente dobbiamo riflettere su quanto le abitudini alimentari e lo stile di vita incidano sulla salute di tutti, ma è doveroso da parte dei genitori che li hanno messi al mondo salvaguardare la vita dei loro figli

Pin It on Pinterest

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Accetto Non Accetto Centro privacy Leggi altre info sulla nostra Cookie Policy