Genitori e Covid, un nemico nella nostra società

Con l’arrivo del Covid-19, genitori e famiglie hanno dovuto cambiare il modo di vivere e lavorare. Con la chiusura delle scuole in corso, la diffusa perdita di posti di lavoro, le limitazioni ai viaggi e le ridotte opportunità di stare fuori casa, è un momento difficile non solo per molte famiglie, ma per tutti e cercare di mantenere una normalità non è facile. In questo momento davvero impegnativo e incerto per genitori e famiglie sorge spontanea la domanda: qual’è il modo migliore per superarlo…  Quando pensiamo a come aiutare i bambini e le famiglie in questa situazione, la prima che ricordiamo è come i bambini seguono l’ esempio del genitore. È davvero importante che il genitore si concentri sul proprio modo di affrontare la situazione e costruisca una modo di vivere positivo, che dimostri che sta affrontando bene il periodo. Se i genitori costruiscono un ambiente calmo e rilassato, i bambini di solito, rispondono bene perché è la giusta atmosfera per farli vivere bene.

Genitori entrate in sintonia con i vostri figli

cercate di capire di cosa hanno bisogno per aiutarli a far fronte alle loro necessità. Alcuni bambini  “ansiosi”  potrebbero  aumentare la loro ansia a causa della crisi Covid, avranno molte preoccupazioni e bisogno di essere rassicurati,  di discutere le cose. Al contrario, altri ragazzi agiranno in modo pratico e potrebbero trovare davvero interessante non andare a scuola e non avere problemi per questo cambiamento.

Stabilite le priorità 

Il cambiamento di vita può risultare opprimente per molti  genitori, troppe cose da fare, ma per gestire bene questa situazione il primo passo è individuare quali sono le cose più importanti da fare in una giornata e il secondo passo é organizzarle bene. Una passeggiata fuori in famiglia (quando si può),  un periodo di tempo preciso per far studiare i bambini, un tempo determinato per il lavoro del genitore e magari nel mentre, i bambini si divertono, rendere  l’ora dei pasti un momento di relax e condivisione per tutta la famiglia.

Gestire la scuola da casa spesso risulta difficilegenitori-e-pandemia

Se i figli sono adolescenti, gran parte della giornata viene programmata in base alle esigenze scolastiche. Per i bambini delle scuole elementari, i genitori non dovrebbero essere insegnanti  severi, la conseguenza potrebbe essere una situazione di stress. L’approccio migliore è rilassato e flessibile, creare  un’atmosfera  positiva, perché  i bambini imparano molto di più quando svolgono attività divertenti e creative con i genitori. Trovate  idee per aiutarli a studiare;  potrebbe essere molto bello per il bambino fare un gioco a quiz con tutta la famiglia, o da tavolo, dipingere o disegnare, cercare insieme qualcosa di interessante su Internet, intervistare i nonni sulla loro infanzia. Se si ha un giardino, piantare dei semi e insegnare cosa stanno per piantare e come si svilupperà. Queste sono idee di apprendimento davvero di alta qualità. Collaborare  con gli insegnanti della scuola primaria per trovare attività di apprendimento creative che corrispondano allo stile di studio del bambino. Inoltre, mai  esagerare con la “scuola a casa”; una o due attività di apprendimento al giorno sono sufficienti.

Genitori, non permettete tutto.

genitori-e-pandemiaA causa di tutte le restrizioni che viviamo, a casa si potrebbe essere portati  a permettere tutto, ma i genitori dovrebbero cogliere questa occasione per impostare un’alimentazione più equilibrata, educare i bambini a mangiare in modo salutare cercando di limitare al massimo dolci e snack confezionati, anche perché in questo periodo la vita è più sedentaria e si passa molto tempo davanti allo schermo, che sia tv, computer, cellulare. Anche qui, non tutto è negativo se consideriamo che si può guardare insieme un bel film e vivere un momento insieme. Se poi i genitori riescono ad inserire nell’arco della giornata anche attività fisica, una passeggiata quando si può, esercizi a casa, letture, il tempo davanti allo schermo diminuisce.

e abbiate un atteggiamento positivo. genitori-e-pandemiaEssere  forti e positivi riguardo a ciò che sta accadendo in questo periodo è un ottimo atteggiamento per il nostro benessere mentale e i figli seguono l’esempio dei genitori, che  oltre a portare avanti tutti gli impegni giornalieri devono cercare di prendersi  del tempo per se stessi, per ricaricarsi, come leggere, passeggiare, meditare.  Chiedersi di cosa si  ha bisogno, quali sono le cose importanti per sentirsi bene e positivi, aiuta molto come è altrettanto importante avere una  buona comunicazione con un altro adulto. Se i figli sono piccoli forse si ha un pò più di tempo per il partner la sera; se sono più grandi, si può uscire a fare una passeggiata insieme così c’è il tempo per chiacchierare. Anche per i genitori single è molto importante comunicare quotidianamente con persone vicine,che sia al telefono o online, l’importante è non rimanere isolati. In sintesi, per superare questa crisi dobbiamo tutti noi cercare di essere gentili con noi stessi: i genitori soprattutto non devono sentirsi oppressi dai doveri, ma mantenere le regole che c’erano prima della pandemia, fare un piccolo passo indietro, rilassarsi e concentrarsi sulle cose importanti che si stanno affrontando, sono insieme ai propri figli e si stanno prendendo cura di loro; certo c’è un po ‘di lavoro nel corso della giornata ma non ci si deve stressare per questo. Provate a vivere questo momento difficile come un’avventura, trovare gli aspetti positivi vi farà scoprire la meraviglia che c’è nei bimbi. Spesso dalle crisi nascono nuove opportunità, entrare in contatto con i figli in modo diverso, meno scontato e godersi il ​​tempo con loro fino a quando  tutto sarà finito, potrebbe essere una di queste.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Pin It on Pinterest